History

History

Secolo XIX

Nel secolo XIX vi esisteva un fabbricato denominato “casupala” o “Caffè nuovo”.

Esistono foto dell'umile fabbricato ( p.42 del libro di Salari) e una stampa di V.Poiret (1852).

Era a due piani, con un porticato a quattro archi, cui corrispondevano finestre del piano superiore.

1913

Nel 1895 il Pisani Dossi ne auspicava la demolizione, definendolo “scancio fabbricato”.

(Guida del viaggiatore alle città di Loreto,Siena 1895 ,p.210)

La sua storia viene descritta da Salari.

1914

Per il riassetto estetico del complesso, molto ci si preoccupò di quella che veniva definita la “capsula addossata al fianco sud del Regio Palazzo”,anche nominta come “sconcio fabbricato”:

era un edificio all'inizio di via di Coronari, confinante con al parte incompiuta del palazzo, presuntuosamente dotato di logica, che certo assai male si accostava a quelle bramantesche.

1930

Fu demolito per unanime decisione e l'architetto Sacconi si propose di erigere al suo posto qualcosa che fungesse da disgnitoso raccordo fra le monumentalità del Palazzo e la modestia stridente delle adiacenti case cittadine.

Nacque così la “Casina”, una specie di villino incastonato a far da transizione.
Per graduale attenuazione del contrasto prospettivo, sul davanti fu fatta una specie di balcone, con balaustre simili a quella delle logge.

1935

La “Casina” fu costruita senza molta premura iniziata nel 1898 era compiuta solo nel 1913: nel 1927 la si adattò per affittarla ad uso caffè e con l'occasione, la scala che dava sotto i portici fu rivolta verso la piazza. Nell'appartamento superiore ebbe sede dapprima l'Aeroclub delle Marche, poi l'ONFA (Opera Nazionale per i figli degli aviatori) ed infine, attualmente, l'Ente Rassegna Cappelle Musicali.
(A.Salari, Viaggio dentro Loreto) Macerata, 1986.

Documenti storici